Finanza sostenibile, l’incontro online “Una montagna di opportunità” fornisce soluzioni concrete 

finanza sostenibile

Il 7 Ottobre 2020, in occasione del festival dello sviluppo sostenibile si è tenuta una tavola rotonda in web streaming in cui si è parlato di capitale naturale, servizi ecosistemici, impresa e finanza sostenibile, e come questi possono aprire nuove opportunità per il territorio montano.

Aichi Obiettivo 20 srl, socio fondatore dell’Associazione Foresta Modello Valle dell’Aterno e i relatori invitati, hanno illustrato strumenti economici e finanziari innovativi affinché il capitale naturale della Valle possa attirare le risorse economiche necessarie ad uno sviluppo territoriale sostenibile.

I contributi offerti dai partecipanti sono stati molteplici e hanno toccato diversi settori di interesse. La tavola rotonda è stata un’opportunità per ragionare sui possibili meccanismi finanziari virtuosi da attuare per tutelare il paesaggio, la biodiversità e per garantire una gestione sostenibile delle aree naturali.

In particolare l’intervento di Vittoria Santilli, agronoma e forestale del team di Aichi Obiettivo 20, si è concentrata sull’importanza della conservazione del capitale naturale e dei servizi ecosistemici attraverso una gestione più attenta delle aree naturali non protette, solitamente affidate a privati o a comunità intere.

Per garantire un’amministrazione più equilibrata di questi luoghi è necessario:

  • Maggiore impegno da parte dei proprietari
  • Consulenza tecnico-scientifica
  • Valutazione quantitativa, qualitativa e monetaria
  • Più incentivi ad agire

Vittoria Santilli ci illustra due casi concreti: il primo su un ecosistema forestale nel quale viene praticata una selvicoltura produttiva, funzionale e conservativa e uno su un agro-ecosistema sul quale viene effettuata un’agricoltura produttiva, funzionale e conservativa.

Dagli studi e dalle ricerche condotte dalla relatrice, il primo caso studio dimostra che la gestione consapevole dell’ecosistema forestale ha un valore di 2660 € per ettaro, mentre il secondo caso dimostra che un servizio di protezione dell’erosione del suolo su un agro-ecosistema può generare un valore economico annuale pari a 214.060 euro.

Questi due esempi possono indicare la strada per un impiego virtuoso di flussi finanziari, di investimento e guadagno economico sulle aree naturali.

Un altro contributo in questo senso viene dato da Silvia Scozzafava, CEO di Aichi Obiettivo 20, che durante l’evento ha parlato di Landscape Finance come modello per generare reddito conservando gli ecosistemi.

Spesso si parla di turismo sostenibile come forma di viaggio che soddisfa non solo le necessita del turista ma porta anche beneficio al paese, arricchendo le opportunità del suo sviluppo futuro. La realtà, però, è un’altra. Molto spesso il turista non spende i suoi soldi a vantaggio degli agricoltori o dei proprietari di una precisa area naturale. Il viaggiatore arricchisce altre attività come i servizi di ricettività e ristorazione, che non sempre hanno connessione diretta con la manutenzione del paesaggio rurale.

Quello che viene etichettato come “sostenibile”, non significa che tuteli sempre la biodiversità.

Per evitare un impiego svantaggioso delle risorse naturali, è necessario creare dei modelli di business attraverso:

  • L’identificazione dei meccanismi ecosistemici nel paesaggio
  • Le azioni utili (sia fare qualcosa, sia non fare qualcosa, sia fare in maniera differente)
  • L’attivazione di un meccanismo economico premiante.

Questi nuovi modelli di business sono Nature Based, ovvero, basati sull’offerta di servizi sia da parte di ecosistemi che da soggetti umani e non consistono solo nel turismo (fenomeno che si è rivelato fallace in questo senso).

Un esempio di modello di business Nature Based è il mercato virtuale di crediti di carbonio, offerto dal nostro progetto Block CO2


QUI POTETE VEDERE L’INTERA DIRETTA SULLA FINANZA SOSTENIBILE


Elenco dei singoli interventi:

  1. Massimo Ronchieri, Banca Etica: 2′:00” La finanza sostenibile per il territorio’
  • Marco Bussone, Presidente UNCEM: 32′:20” ‘Considerazione sui temi della sostenibilità’
  • Andrea Natale, coordinatore IAAP: 41′:31” ‘Una ricchezza invisibile: il Capitale Naturale dell’Abruzzo’
  • Vittoria Santilli, Aichi Obiettivo 20: 1h:06′:40” ‘Servizi ecosistemici, quando uomo e natura lavorano insieme’
  • Silvia Scozzafava, Aichi Obiettivo 20: 1h:22′:45” Generare reddito conservando gli ecositemi: la Landscape Finance’
  • Alessio Di Giulio, Ilex: 1h:42′:00” ‘La candidatura della Valle dell’Aterno a Foresta Modello’
  • Dario Paletta, Segretariato MedModelForest: 1h:54′:00” ‘Esperienze dal network di Foresta Modello’

Grazie a tutti i partecipanti che hanno dato un contributo enorme e tanti spunti di riflessione sulle azioni che si possono intraprendere per mobilitare flussi finanziari per una gestione consapevole e sostenibile dei territori.